Come liberarsi dalla paura: smascheriamola!

In questo periodo particolare della nostra vita, forse ora più che mai, la preoccupazione, il timore e la paura ci stanno “facendo compagnia” nella nostra quotidianità… oltre alle nostre più personali ed intime paure che magari ci accompagnano da sempre, si risvegliano oggi in milioni di persone paure che sono legate alle contingenze che l’intera umanità si trova ad affrontare:
  • La paura della malattia o anche della morte: temiamo per noi stessi o per le persone che amiamo
  • La paura di non farcela a sostenere economicamente questo periodo (o quel che verrà in seguito)
  • La paura di vederci privati della nostra libertà
  • La paura di ciò che accadrà non solo a noi stessi, ma anche al paese intero sotto vari punti di vista
  • La paura del futuro, perché non abbiamo idea di quello che verrà dopo

Qualsiasi siano le paure, i dubbi che scattano dentro di noi essi creano una tempesta emotiva e di pensieri che a volte ci scuotono da cima a fondo. E più li seguiamo, più la nostra testa rimane avviluppata nel turbinio creandoci stress, malessere ed anche estrema sofferenza.

Come riuscire a gestire questo carico emotivo legato alla paura?

#1 Riconoscere la Natura della Paura

Che cosa fa e come agisce veramente la paura?

La paura è sempre proiettata sul FUTURO. E il futuro, come ben sappiamo, non è scritto.

La natura di questi pensieri negativi, infatti, è quella di farci immaginare possibili scenari futuri che prendono vita nella nostra mente e quindi di farci vivere male e preoccupare OGGI per l’eventualità di qualche situazione FUTURA.

Ma è assurdo soffrire adesso per un futuro che forse mai si verificherà, non è vero? Eppure lo facciamo continuamente.

Questo è il più grosso imbroglio della paura.

Anche se non ne siamo consapevoli la nostra mente produce una quantità esorbitante di pensieri (per lo più appunto inconsci) legati alle nostre paure. Probabilmente, data la sua attività incessante, se dovessimo davvero fare esperienza di tutti i vari scenari catastrofici che elabora in un solo giorno…non ci basterebbero 10 vite!

I segni sul nostro stato d’animo e sul nostro umore lasciati da questa attività sono evidenti: ci ritroviamo spesso infelici, arrabbiati, delusi, impauriti, offesi, etc…

Il riconoscimento di questo fondamentale aspetto è il primo passo per liberartene.

Ma allora perché abbiamo paura di abbandonare questa concatenazione caotica ed incessante di pensieri negativi con i quali ci arrovelliamo notte e giorno e non solo non riusciamo, ma inconsciamente neanche vogliamo, uscirne?

#2 Cosa ci Impedisce di Superarla – Una convinzione limitante

Unendoci al bellissimo messaggio del maestro Eckart Tolle, vogliamo accompagnarti in questa fondamentale riflessione, doverosa per iniziare a riprenderci il controllo sul nostro benessere!

Spesso convive dentro di noi la convinzione che al fine di riuscire a controllare la nostra vita ed evitare che vada tutto in rovina e che si sfasci tutto lasciandoci in un mare di guai, dobbiamo assolutamente continuare a preoccuparci, arrovellandoci su possibili futuri problemi, perché in questo modo ci manteniamo vigili, restiamo “all’occhio” ed abbiamo quindi la possibilità di – così crediamo – “salvarci”.

Quante volte abbiamo visto questo inconscio schema di pensiero ripetersi in migliaia di clienti e studenti, indipendentemente dalla natura specifica della paura e dal problema su cui si stava lavorando! E anche in noi stessi talvolta la ritroviamo come subdolo gancio che trattiene i nostri pensieri negativi.

Il lasciare andare la paura e il continuo pensare ed arrovellarsi ci libera dall’obbligo di essere proiettati continuamente in un futuro fatto di problemi e guai e consente di fermarsi, respirare, vedere con più chiarezza il presente.

Ed è nel presente, e nell’equilibrio di una mente presente, non più affannata, che si trova:

  • la calma che ognuno di noi desidera ed ha bisogno di avere
  • la lucidità, l’intelligenza e la capacità di affrontare le situazioni che la vita ci mette davanti.

A una mente tranquilla l’universo intero si arrende.

(Chuang-tzu)

La nostra presenza lucida, equilibrata e consapevole ci permette di avere accesso a risorse enormi. 

Potresti non credere di essere tanto “ricco” ma che ti piaccia o no, è nella tua natura avere grandi capacità …e magari qualche volta ne hai avuto un piccolo assaggio quando hai superato prove difficili della vita e ti sei chiesto “ma come ho fatto a fare tutto questo?” oppure “mai avrei pensato di farcela”.

La condizione fondamentale per decidere al meglio se e come agire, come affrontare una specifica situazione è quella di essere totalmente presenti corpo, mente e spirito – piuttosto che frazionati tra miriadi di pensieri che distolgono la nostra attenzione e tra scenari che non si verificano ancora (e che probabilmente mai lo faranno o che potrebbero fare in modo diverso da come abbiamo immaginato).

“Spesso percepiamo il potere della nostra totale presenza quando meditiamo e riusciamo a “riunire” tutte le parti di noi: il corpo, la mente e lo spirito. In questi momenti si ha la sensazione di una grande forza interiore e si comprende di essere infinitamente più grandi di quanto abbiamo mai pensato. 

Se non hai mai provato allora ti inviamo a leggere questa breve guida: ti indichiamo il metodo più semplice e naturale per gestire la paura ed osservare cosa c’è invece al di là di essa. Anche se non sai meditare!”

#3 Pianificare il Futuro Senza l’interferenza della Paura

Ti sarai forse chiesto a questo punto: “ma allora come posso comunque pianificare ed organizzare il mio futuro se la chiave di tutto è rimanere focalizzati nel qui e ora?”

Pianificare il futuro e “proiettarsi” in scenari futuri arrovellandosi sui possibili disagi in agguato sono cose ben diverse! In altre parole: una cosa è organizzare ad esempio i tuoi vari impegni di lavoro, i tuoi spostamenti etc…un’altra è invece perdersi in pensieri del tipo “oddio ma così non ce la farò mai”, “farò una figuraccia”, “non ne posso più di vedere quelle persone”, “sarà una faticaccia enorme, ne verrò fuori esausta..” e così via. 

Alla nostra mente piace aggiungere tutti questi commenti di sottofondo…ma riuscire a mantenere un distacco da questa “commentatrice interna” darà enormi risultati.

Puoi programmare le tue mosse future ma queste considerazioni non devono erodere la tua presenza nel presente e, soprattutto, devono scaturire quindi non da una mente in preda alla paura o al pensare ossessivo, ma da una mente calma che prende atto della realtà e senza porre giudizio decide come agire.

Potrebbe sembrarti difficile, ma è questione di allenamento! hai tutte le risorse per farlo, ed i benefici che ne trarrai ti daranno lo stimolo per fare ulteriori passi.

Momenti come quelli che stiamo affrontando ci forzano a prendere consapevolezza di insegnamenti di questo tipo affinchè essi smettano di essere mere parole che non applichiamo nella nostra quotidianità, ma insegnamenti pratici e necessari quanto il costruire le fondamenta della nostra casa. Cogline l’opportunità!

Dove si trova la serenità in una vita che ci mette alla prova? 

Sulla sponda opposta a quella della paura.

È il tuo turno!

Scrivici o lasciaci un commento qui sotto. Vogliamo sapere cosa ne pensi.

Con Amore e Gratitudine,

Irene e Luca

Vuoi ritrovare la pace e la calma anche se non sai meditare?

Prova questo semplice ma potente esercizio. Ti piacerà!

Scopri le nostre Sessioni Private!

Insieme lavoreremo per liberarti di ciò che ti impedisce di godere appieno del tuo Ben-Essere, fisico ed interiore. Te lo meriti e ti spetta per diritto di nascita.

(Visited 64 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *