La Salute senza Medicine – Intervista al Prof. Ivan Neumyvakin PARTE 1

Sapevi che gli astronauti russi non si ammalano da più di 50 anni?

È quanto accade grazie al sistema inventato ed applicato dal Prof. Ivan Pavlovich Neumyvakin, ex capo del programma di risanamento degli astronauti, per il governo russo.
Ivan Pavlovich Neumyvakin ha iniziato come ricercatore junior ed è poi diventato il Direttore del Dipartimento di Sviluppo delle Cure Sanitarie per gli astronauti su voli di durata variabile.
In quanto Direttore del programma di risanamento degli astronauti, per il Dipartimento di Scienze Sovietico, professore e vincitore del Premio di Stato dell’URSS, Ivan Pavlovich Neumyvakin ha potuto coinvolgere i migliori medici e scienziati del paese.
Ha attinto da loro il potere del meglio della medicina russa e lo ha arricchito con le sue invenzioni. 

Il risultato è un sistema di risanamento e guarigione unico al mondo che ha permesso agli astronauti russi (e non solo) di non ammalarsi mai, per oltre di 50 anni.

Non si tratta di complesse alchimie, prodotti rari ed introvabili, o di scelte alimentari estreme. Si tratta di adottare alcune piccole sane abitudini nel nostro modo di alimentarci, ed il risultato è a portata di tutti!

Ecco l’intervista integrale (tradotta dal russo) dal sito: ИНТЕРЕСНО

N.B. Mi limito a riportare quanto scritto nell’intervista, nella sua integralità, senza tagli ed interpretazioni.

La traduzione è mia. Un lungo lavoro, ma ne valeva la pena.
Le mie osservazioni personali sono in corsivo.

Iniziamo!

IL CONFINE TRA SALUTE E MALATTIA

(Prof. I.P.N.) Prima di tutto, ho dovuto determinare il confine tra la salute e la malattia. Perché una persona inizia ad ammalarsi?

Secondo: che cosa, dall’arsenale della medicina ufficiale, poteva essere utile nello spazio? Abbiamo scoperto che non c’era nulla!

Nella mia tesi di dottorato, ho 40 brevetti di invenzioni. Ancora oggi sono una priorità.
Quando sono andato via dal programma, ho cercato di proporre alla sanità pubblica tutto ciò che avevo trovato utile, ma ho incontrato una feroce resistenza.

Ho scoperto che il suo implemento avrebbe “minato l’autorevolezza della scienza nazionale”. Dopo tutto, avevo trovato il motivo principale per cui una persona si ammala.

(La sanità pubblica è alquanto indietro rispetto alle novità scientifiche, ed è ancora intrappolata nella preistorica macchina burocratico-politica, e questo vale per quasi tutti i governi del mondo. Sembra ci voglia ancora del tempo prima che i governi si dedichino veramente agli interessi dei popoli, applicando i nuovi progetti scientifici e gli antichissimi principi olistici. N.d.R.)

➜ (D) Su cosa Lei è in disaccordo con la scienza medica classica?
(Prof. I.P.N.) Essa raccomanda (di mangiare): primo, secondo, terzo.

Ma noi siamo tutti parte dello stesso sistema energetico, siamo una macchina vivente.
Siamo una catena di montaggio, e la bocca è un “sistema di frantumazione” del cibo. Non dobbiamo ingoiare il cibo, dobbiamo masticarlo molto bene, praticamente fino a “berlo”.

In questo momento il “computer” cervello, vede: pane, cereali, carne. E dà le adeguate istruzioni allo stomaco. La carne ha bisogno di un acido cloridrico più concentrato, stessa cosa vale per il pane, un po’ meno per i cereali.

Ma voi avete inghiottito il cibo, non l’avete masticato.

L’avete coperto solo superficialmente con l’acido cloridrico, che in questo modo non può penetrare dentro il boccone. Ma la cosa più grave è che questo acido, che è stato assegnato nell’adeguata quantità per lo stesso pezzo di carne, si diluisce con l’acqua (che si beve durante e a fine pasto) e la sua concentrazione diventa ridotta.

Come risultato di questa diluizione dell’acido, il cibo non può essere digerito. E tutto ciò che avete mangiato diventa “scorie”, prodotti non trasformati dal metabolismo.

Mangiamo 4-5 volte più del necessario.

E tutto il cibo “in eccesso” è un lavoro per i medici, l’inizio della malattia; se non lo è oggi, lo sarà un domani.

➜ (D) Lei propone di bere meno liquidi?
(Prof. I.P.N.) Dipende dai liquidi. Solo l’acqua “pulita” arriva nelle cellule; e di quest’acqua ne dovremmo bere due litri.

Le acque minerali, in particolare le bevande gassate, sono pericolose. Le cellule devono prima pulirle. Il tè e il caffè alzano momentaneamente l’energia, ma aggravano la carenza di acqua (disidratano N.d.r.).

L’acqua “sporca” va nelle cellule, le quali, invece di ricevere energia, devono spenderla per pulirla. Lo sporco viene gettato via, e l’acqua che rimane non è sufficiente, quindi rimane poca energia.
Credo che ora sia chiaro il perché le cellule facciano “estrazione”.

L’assunzione dei liquidi impuri, qualunque essi siano, causa l’arteriosclerosi, l’ipertensione, l’aritmia cardiaca.
Questa è l’evidente causa della maggioranza delle malattie.

Hai preso la tua guida GRATUITA? Abbiamo condensato spiegazioni essenziali che ti permettono di comprendere meglio te stesso e come “funzioni”…ti piacerà! Scoprila QUI!

MALATTIE “SENZA SPERANZA”

➜ (D) Ad esempio, il cancro e l’AIDS?
(Prof. I.P.N.) Penso che queste malattie non esistano.

➜ (D) Come no?!
(Prof. I.P.N.) Ci sono degli stati legati alla presenza di scorie nell’organismo. Le cellule iniziano a vivere in questo ambiente, putrido e privo di ossigeno. Sono costrette a mutare e a diventare cancerose.

Generalmente, ci sono cellule cancerose in qualsiasi organismo, ma in una persona sana, il sistema immunitario le sopprime. Quando l’individuo è indebolito, queste iniziano a moltiplicarsi rapidamente. In linea di principio, abbiamo bisogno di loro, perché il corpo riconosca che il male e il bene coesistono.

Ma il bene non dovrebbe diffondere il male. Ma se tu stesso stai sopprimendo il bene – per via di stress, cattiva alimentazione e inattività fisica – il bene se ne va, e al suo posto entra il male.

Abbiamo creato un centro di salute dove in tre settimane, senza clisteri e farmaci, purifichiamo l’ambiente interno dell’organismo. Spariscono le malattie come, per esempio, l’ipertensione, che invece in un centro cardiologico non riescono a togliere. E noi abbiamo solamente tolto lo “sporco” dal corpo.

➜ (D) Come lo fate?
(Prof. I.P.N.) Mangiando molto poco, più delle speciali tisane per pulire il sangue, il fegato, i reni e il pancreas. Un sistema speciale che permette di fare due giorni di digiuno e due giorni di tisane.

➜ (D) Si dice che da voi curino con successo il Parkinson, la Sclerosi Multipla ed altre malattie considerate incurabili.
(Prof. I.P.N.) Si, dopo tre-sei mesi i malati che erano allettati si alzano, vanno al mercato, iniziano ad essere autosufficienti.

Il segreto è semplice: hanno saziato le cellule di acqua, che in precedenza mancava.

I medici non prestano attenzione al fatto che l’acqua sia il miglior elettrolita, è l’energia. Senza l’acqua non funzionano i mitocondri, le centrali idroelettriche che forniscono la cellula di energia.

Il primo organo che risente della mancanza di acqua è il cervello. Di qui l’irritabilità, il mal di testa, la stanchezza, lo scarso rendimento.(leggi articolo sul’importanza di bere acqua).

Oggi dichiaro ufficialmente che, dal mio punto di vista, non vi è nessuna diagnosi. Il cancro e l’AIDS sono uno stato; sono le conseguenze e non le cause.

Se una persona è certa che il cancro è uno stato temporaneo, allora potrà liberarsene.

Deve prima di tutto capire cosa ha fatto di sbagliato nella vita, capire i suoi errori, chiedere perdono alle persone che ha ferito. Poi sarà necessario impostare la giusta mentalità per il recupero. Questo è lo spirito giusto con cui si possono sconfiggere tutte le cause delle malattie.

➜ (D) La gente si stupisce quando lei dice che… il cuore non è nel petto.
(Prof. I.P.N.) Il cuore è un motore per pompare il liquido, si trova sotto l’ombelico.

➜ (D) Com’è possibile?!
(Prof. I.P.N.) Una persona adulta è alta 150-180 cm. Il liquido, sotto la forza della gravità, tende a cadere in giù. Si deve farlo tornare su, e lo fanno i muscoli dentro i quali si trovano i vasi. Sono le pompe che spingono il sangue in su con le contrazioni.

Se il proprietario del corpo non se ne prende cura, non fa esercizio fisico, non allena i muscoli del tronco e delle gambe, poi può insorgere l’arteriosclerosi, arrivano le varici e i disturbi trofici. Il sangue, in presenza delle scorie, si addensa. E il cuore deve lavorare di più per pompare questo sangue.

In primis si verifica l’ipertrofia del ventricolo sinistro, poi a seguire vari tipi di aritmie, poi l’infarto o l’ictus. Il cuore non ce la fa a lavorare al posto di più di 500 muscoli che devono pompare il sangue.

Il cuore deve lavorare con il sangue liquido, pieno d’acqua, non denso. Ma nessuno insegna come ottenerlo.

Non molti sanno che si deve bere l’acqua 10-15 min prima di ogni pasto, 1-2 bicchieri.

L’acqua supera lo stomaco e si raccoglie nel duodeno, dove si accumulano gli alcali. Quest’acqua non si inacidisce, diventa alcalina.

(È dimostrato, da molti anni oramai, come un organismo leggermente alcalino sia resistente agli attacchi dei microbi nocivi e alla maggior parte delle malattie. La difficoltà nel mantenere il nostro corpo alcalino provengono, tra le cause principali, dall’errata alimentazione, estremamente ricca in elementi acidi, e dallo stress; entrambi sono prodotti della nostra società moderna. N.d.R.)

➜ (D) E le tradizionali bevande a fine pasto, caffè, tè?
(Prof. I.P.N.)
Assolutamente no! Dopo i pasti, potete solo sciacquare la bocca!

Dopo aver mangiato la carne, per due ore non mangiate né bevete nulla, i succhi gastrici devono trattare la carne, la devono “corrodere”. Anche perché nella carne c’è qualcosa di utile; poiché noi viviamo nella “tavola periodica di Mendeleev”, abbiamo bisogno di tutti i vari elementi per ricomporre il corpo.

(Quest’ultima frase è stata volutamente tagliata nei blog/siti nutrizionisti pro-vegani. Io ritengo che se uno scienziato che ha dedicato tutta la sua vita alla materia esprime un suo parere o una sua conoscenza, sia obbligatorio riportarla cosi com’è, anche se contrastante con la propria filosofia. D’altronde, uno dei capisaldi dell’Olismo è la tolleranza verso il pensiero altrui. N.d.R.)

Fine Prima Parte

Questa è la prima parte dell’intervista al Prof. Neumyvakin. Nella seconda rivelerà altri preziosi consigli per la tua salute. Cosa aspetti?
(Visited 45 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *