L’Olismo e gli operatori olistici

Olismo deriva dal greco ólos “tutto, intero”.

  • Garzanti: (1)teoria biologica secondo la quale l’organismo deve essere studiato come totalità organizzata e non come semplice somma di parti. (2) Ogni concezione filosofica e sociologica secondo cui la società è una totalità non riducibile alla somma degli individui e delle loro azioni.
  • La Repubblica: teoria secondo la quale l'organismo non è la semplice somma delle parti che lo compongono, ma una totalità a essa superiore.
  • Treccani: tesi secondo cui il tutto è più della somma delle parti di cui è composto
  • Wikipedia: in fisica quantistica, i fenomeni sembrano nascere solo all'interno di sistemi e non possono essere spiegati esclusivamente come interazione lineare delle singole parti del sistema. Per alcuni osservatori, questo indica che è necessario un approccio non-riduzionista. La concezione olistica del mondo trova consistenza nel fatto che ogni interazione tra sistemi fisici porta ad uno stato entangled che implica una perdita di identità dei sistemi interagenti. L'universo è un "unbroken whole" le cui parti non hanno più un'identità.

Detto così, il termine “olismo” può essere virtualmente applicato ad ogni ambito dell’esistenza e della realtà; dall’ambito medico a quello fisico, da quello economico a quello sociale e politico.
Negli ultimi anni però, il termine olistico viene utilizzato sopratutto riguardo a discipline meditative e/o energetiche.

Quando parliamo di un Operatore Olistico, non intendiamo un operatore di borsa che applica concetti olistici al suo trading sui mercati. Anche se lo facesse, non sarebbe quello che viene in mente al primo impatto.
Con disciplina olistica o operatore olistico si intende principalmente una disciplina o un professionista del benessere.

La Comunità Europea ha definito con questo termine tutti gli operatori del benessere che applicano teorie e pratiche olistiche su se stessi e sui loro clienti.
Una volta si entrava in un centro benessere, oggi si entra in un “centro olistico”.

Applicato allo studio dell’essere umano, il principio fondamentale dell’olismo è quello di considerare l’individuo come un essere unico ed inscindibile. Un essere non solo fisico ma multi-livello, ovvero composto di mente + corpo + spirito + anima.
Un’altro principio è quello dell’unione tra tutti gli esseri (viventi e non).

Siamo tutti connessi tra di noi e con tutto.
Da qui la necessità di studiare non solo il corpo fisico in sé, ma anche le emozioni e tutto il resto che compone l’individuo, compreso quello che non si vede ad occhio nudo. Il “come” e il “perché” li vedremo passo dopo passo, insieme, su questo blog e attraverso le altre risorse presenti sul sito.

Dunque, cosa fa un operatore olistico?
In cosa si differenzia dagli altri operatori del benessere?

L’Operatore Olistico è un facilitatore del benessere che osserva le persone nella propria interezza. Considera sia i loro aspetti interni che quelli esterni. Un individuo nella sua totalità, invece che la somma delle varie parti, fisiche, psichiche o spirituali.

L’Operatore Olistico lavora insieme al cliente per ritrovare l’armonia psicofisica perduta. Per fare questo utilizza tecniche naturali, energetiche, nutrizionistiche, artistiche, culturali e spirituali. Adatta la tecnica prescelta a seconda del cliente e delle sue esigenze.

L’operatore stimola, quindi, nel cliente/studente un naturale processo di trasformazione e crescita della consapevolezza di sé, processo utile al ritrovamento del benessere.

L’essere umano è dotato di grandi risorse. Una di queste è la forza che gli consente di autoregolare, riequilibrare e guarire l’organismo o parti dello stesso. In altre parole,

l’essere umano è in grado di autoregolare il suo benessere e la sua salute.

Spesso, tuttavia, l’organismo non è più in grado di azionare efficacemente questa forza vitale e l’individuo non sa come farlo o addirittura non è nemmeno a conoscenza di tale possibilità. Da ciò derivano squilibri energetici che possono col tempo anche trasformarsi in sintomi, malattie o disordini. Fin qui abbiamo parlato dell’aspetto prettamente fisico. I disordini, però, possono anche avere altra natura ma uguale impatto sulle nostre vite (ad esempio: solitudine, ansia, povertà, isolamento, tristezza, ecc…).

Hai preso la tua guida GRATUITA? Abbiamo condensato spiegazioni essenziali che ti permettono di comprendere meglio te stesso e come “funzioni”. Ti piacerà!

La figura dell’Operatore Olistico diventa quindi essenziale
nella società moderna, fatta di sfide sempre più difficili e di uno stile di vita tutt’altro che salutare.

L’Operatore Olistico ha strumenti per aiutare l’individuo a rigenerarsi, equilibrarsi, riprendere coscienza di sé e del proprio potenziale. Il tutto con lo scopo di migliorare la qualità di vita e la qualità fisica/emozionale/mentale.

Insomma, un approccio olistico alla vita, con un buon lavoro su sé stessi ci permette di riscoprire il nostro vero potenziale e di vivere meglio!

È il tuo turno: condividi i tuoi pensieri e le tue riflessioni qui sotto, ci piacerebbe sapere cosa ne pensi!

(Visited 12 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *